Comune di Modena
Servizio Pianificazione Urbanistica   Quadro Conoscitivo del Piano Regolatore
 


Giardini di interesse storico testimoniale

Cartografia dei giardini ubicati all'interno del Centro Storico (1i1) scala 1:2.000

visualizza la Tavola 1i1: Individuazione cartografica dei giardini ubicati all'interno del Centro Storico - scala 1:2.000 (in formato PDF)

PDF 1.014KB

schede identificative relative al Centro storico (1i2)

schede dei giardini del Centro Storico

 

elenco relativo all'intero territorio comunale (1i3)

visualizza l'Elaborato 1i3: Giardini di interesse storico testimoniale - elenco relativo all'intero territorio comunale (in formato PDF)

PDF 359KB

Cartografia dei giardini ubicati all'esterno del Centro Storico (1i4)

visualizza la Tavola 1i4: Individuazione cartografica dei giardini ubicati all'esterno del Centro Storico (in formato PDF)

PDF 3.378KB
 

Criteri generali per la valutazione dei giardini di interesse storico testimoniale - tutela alberature (ALB)

Molteplici sono gli aspetti da tenere in considerazione nella individuazione dei giardini storici, che "si distinguono per la loro non comune bellezza" (art.1 L.29 giugno 1939, n. 1497) all'interno del Centro Storico, nel territorio urbano ed extraurbano. Un giardino è definibile come un elemento complesso dello spazio, poiché non si configura solo come area cortiliva adibita a funzione ricreativa e decorativa, generalmente appartenete alla sfera del privato, ma racchiude in sé una infinito numero di relazioni, sia con l'edificio a cui è connesso sia con il contesto urbano o extraurbano di inserimento. A questo si aggiunge un ulteriore fattore di complessità legato al particolare valore storico e formale di tali spazi che si è venuto a consolidare nel tempo.
In particolare la verifica e la valutazione di un giardino deve essere compiuta in rapporto a tre diversi elementi, che costituiscono i punti di vista privilegiati per comprendere l'importanza e le peculiarità del giardino stesso, in relazione non solo all'edificio/complesso di pertinenza, ma anche al contesto in cui esso si colloca.
Questi aspetti si possono schematizzare nel seguente modo:

  • Valore artistico / scenografico;
  • Valore storico;
  • Valore naturalistico / botanico / ambientale.

Oltre a questi è necessario analizzare la contestualizzazione del giardino nella realtà locale del territorio comunale.

Per l'individuazione e catalogazione dei giardini del Centro Storico e del territorio urbano è stata considerata la presenza dei seguenti elementi di pregio e valore:

  • percorsi e pavimentazioni;
  • laghi, fontane, statue;
  • manufatti di servizio;
  • elementi decorativi ed elementi di arredo architettonico e scultoreo;
  • elementi storici esistenti (muri di cinta, portali di accesso, cancellate, inferriate, elementi di arredo, viali, stradelli, recinzioni, ghiacciaie;
  • specie arboree, con valutazione dell'età di alberi e piante (tipici dei giardini modenesi sono gli ippocastani e le magnolie).

Oltre agli elementi storici, architettonici, decorativi e naturalistici sopra elencati, i fattori discriminanti che hanno permesso l'estensione e l'assegnazione del vincolo ALB in centro storico e nell'area urbana esterna sono i seguenti.

In Centro Storico:
  1. la storicizzazione del giardini (analisi documentazione storica);
  2. la presenza di vincoli o pareri della competente Soprintendenza;
  3. l'esistenza/consistenza attuale del giardino o la sua documentata presenza nel tempo.

In Centro Storico l'individuazione dei giardini storici è supportata dalla serie di carte storiche presenti nel Quadro Conoscitivo del piano, in particolare la Carta del Carandini (1825) e di Giacinto Zaffassi (1859).
Il testo scientifico di riferimento è: AA. VV. "Natura e cultura urbana a Modena" Comune di Modena Assessorato alla Cultura Galleria Civica - Edizioni Panini 1983.

Nel territorio urbano all'esterno del centro storico:

  1. la presenza della disciplina confermativa sull'edificio;
  2. la presenza di alberature ed essenze di particolare pregio e consistenza;
  3. la presenza di documentazione storica;
  4. lo stato attuale di conservazione.

La preesistente normativa ALB per il territorio agricolo prendeva in considerazione solo alcune caratteristiche dello stato dei giardini quali:

  • abbattimento di alberature,
  • alterazione della architettura dei giardini,
  • inserimento di nuovi elementi nella sistemazione delle superfici e nell'arredo,

specificando che esse costituiscono modificazione dei luoghi di rilevanza urbanistica la quale risulta assoggetta al regime giuridico dell'immobile di cui fanno parte.

Ampliando il campo di applicazione della tutela "ALB" al territorio urbano, centro storico ed aree esterne ad esso, si è ritenuto di integrare il precedente articolo 62 delle NTA del PRG, sottolineando nel nuovo Articolo del RUE il concetto di tutela volta alla conservazione ed al restauro delle aree perimetrate al fine della valorizzazione delle stesse.
Si specifica pertanto che qualsiasi intervento deve essere finalizzato al recupero e ripristino dei caratteri e degli elementi salienti che distinguono parchi e giardini di notevole interesse.
Questo deve verificarsi sia per quello che riguarda i giardini del centro storico ma deve essere garantito anche per le aree del territorio urbano ed extraurbano.
Il fatto di vietare nuove costruzioni in elevazione garantisce la salvaguardia dell'impianto del giardino stesso e dei relativi manufatti e arredi originari.

In centro storico vengono perimetrati alcuni giardini che attualmente non esistono più o sono stati sostanzialmente modificati nel corso degli anni, ma che storicamente hanno rivestito una notevole importanza e di cui si ha documentazione storica, oltre che ad essere segnalati nelle cartografie storiche (vedi la Raccolta di cartografia storica - Quadro Conoscitivo - 1e).

Le aree e gli spazi inedificati che storicamente erano destinati a giardino devono comunque mantenere la loro destinazione originaria.
Inoltre nel caso sia disponibile documentazione storica sufficiente è necessario il ripristino/integrazione dell'impianto originario del giardino.

Gli elaborati relativi ai giardini di interesse storico testimoniale (1i) appartenenti al Quadro Conoscitivo consistono in una individuazione cartografica dei giardini del Centro Storico (Tavola 1i1 - scala 1:2.000) con relativa schedatura (1i2), ed un elenco relativo all'intero territorio comunale (1i3).

La schedatura dei giardini di interesse storico testimoniale (1i2), che riguarda solo il Centro Storico, si articolata in 7 parti:

  1. identificazione dei giardini con un numero corrispondente alla individuazione cartografica;
  2. localizzazione dell'edificio di cui il giardino è pertinenza attraverso via, numero civico, foglio, mappali, n. isolato;
  3. categoria d'intervento a cui è soggetto l'edificio di appartenenza del giardino e indicazione di eventuali tutele ai sensi del D.lgs. 42/2004;
  4. epoca di impianto: viene indicata l'epoca presunta di formazione del giardino;
  5. stato manutentivo: si tratta di una valutazione dello stato di fatto del giardino ( Buono - Scarso - Abbandono);
  6. presenza dell'impianto originario: viene indicato anche se parzialmente l'esistenza a oggi dell'impianto storico del giardino;
  7. tipo di intervento: viene data una indicazione sulle modalità di intervento sintetizzandole in conservazione, integrazione, ripristino.

Viene inoltre riportata una foto aerea (volo anno 2001), una individuazione catastale, la documentazione fotografica, se disponibile, e la documentazione relativa alle carte storiche.

L'elenco dei giardini di interesse storico testimoniale relativo all'intero territorio comunale (1i3) consiste in una tabella in cui vengono identificati i giardini attraverso l'ubicazione in cui ricadono (Centro Storico, n° Zona Elementare, Zona Extra Urbana), l'indicazione di Foglio e mappale, viene riportata inoltre la denominazione o la tipologia dell'edificio che ricade all'interno della tutela o che è collegato al giardino stesso (villino, palazzina, palazzo, casa padronale, ecc.) con indicazione della categoria di intervento ed eventuale tutela ai sensi del D.lgs. 42/2004.

Le perimetrazioni delle zone di tutela "ALB" sono riportate nelle tavole di RUE del centro storico 4y1-2 - 4y3 (scala 1:1.000) e nelle tavole del territorio comunale interessato dal RUE coordinate con PSC e POC tavole del territorio comunale interessato dal RUE coordinate con PSC e POC - scala 1:5.000 (in formato PDF) (scala 1:5.000).

Carta di RUE (Regolamento Urbanistico Edilizio) del Centro Storico integrata con le carte del PSC e del POC (4y1-2) scala 1:1.000

visualizza la tavola 4y1-2: Carta di RUE (Regolamento Urbanistico Edilizio) del Centro Storico integrata con le carte del PSC e del POC - scala 1:1.000 (in formato PDF)

PDF 10.122KB

Carta di RUE (Regolamento Urbanistico Edilizio) dei centri frazionali integrata con le carte del PSC e del POC (4y3) scala 1:1.000

visualizza la tavola 4y3: Carta di RUE (Regolamento Urbanistico Edilizio) dei centri storici frazionali - scala 1:1.000 (in formato PDF)

PDF 687KB


 

Giardini di interesse storico testimoniale

 

Cartografia dei giardini ubicati all'interno del Centro Storico (1i1) scala 1:2.000

visualizza la Tavola 1i1: Individuazione cartografica dei giardini ubicati all'interno del Centro Storico - scala 1:2.000 (in formato PDF)

PDF 1.014KB
 

schede identificative relative al Centro storico (1i2)

schede dei giardini del Centro Storico

 
 

elenco relativo all'intero territorio comunale (1i3)

visualizza l'Elaborato 1i3: Giardini di interesse storico testimoniale - elenco relativo all'intero territorio comunale (in formato PDF)

PDF 359KB
 

Cartografia dei giardini ubicati all'esterno del Centro Storico (1i4)

visualizza la Tavola 1i4: Individuazione cartografica dei giardini ubicati all'esterno del Centro Storico (in formato PDF)

PDF 3.378KB
 
 
 
Vai su @ Torna al Quadro Conoscitivo del Piano Regolatore


 

 
   home | prg | prg storico | peep | pip | piani particolareggiati | piani di recupero | laboratorio della città | centro storico
cartografia | toponomastica | relazioni con le università | segreteria | novità | amministrazione trasparente | mailing list
avvisi e bandi del Settore | sistema informativo territoriale | pratiche edilizie | delibere | Monet | cerca