Comune di Modena
Servizio Pianificazione Urbanistica   Piani Particolareggiati
 



PIANO PARTICOLAREGGIATO DI INIZIATIVA PUBBLICA

"Centro Guida Sicura di Marzaglia"
zona elementare n. 1740

area 03
 
Approvazione
Delibera di Consiglio Comunale n° 34 del 26 maggio 2008
 
 
Settore Trasformazione Urbana e Qualità Edilizia
Dirigente di Settore
ing. Giovanni Villanti
- - - - - - - - - -
Strumenti Urbanistici Attuativi di Iniziativa Pubblica
Responsabile
arch. Alessio Ascari
 
Progettista
arch. Giovanna Palazzi
Collaboratori
add. prog. Anna Tavoni
Progettisti esterni
Ad-Acta s.r.l
 
dott. Ambrogio Lanzi
(Studio Geco)
ArchLinea s.r.l. Geodes s.r.l.
 
Praxis Ambiente s.r.l.
Contributi
Settore Pianificazione Territoriale Trasporti e Mobilità
Servizio Pianificazione Urbanistica
Dirigente di Settore
arch. Marco Stancari
- - - - - - - - - -
 
Settore Risorse e Tutela Ambientale
 
dott. Giuseppe Amorelli
dott. Alessandro Annovi
Dirigente di Settore
dott.ssa Nadia Paltrinieri
 
geom. Giovanni Bartoli
dott.ssa Daniela Campolieti
- - - - - - - - - -
 
HERA Modena s.p.a.
p.i. Fausto Ferri

I parametri urbanistici ed edilizi prescritti dal Piano Particolareggiato rispettano i valori del dimensionamento complessivo previsti per il comparto dalle tavole e dalle Norme Tecniche di Attuazione del P.R.G. e sono così definiti:

  • La Superficie Territoriale complessiva (ST) del comparto del Piano Particolareggiato cui si applicano le seguenti norme è di mq. 277.150.

  • La capacità edificatoria del comparto è complessivamente fissata in totali 15.170 mq. di Superficie Utile (SU), destinata ad attività connesse al tema della guida sicura, ricettivo-turistiche, espositive ed in parte commerciali legate alle attività principali ammesse.

La località dell'intervento è Marzaglia di Modena, su un'area di circa 277.000 mq. di proprietà del Comune nei pressi dell'aeroporto.
 
Il progetto prevede la realizzazione di un ampio complesso di strutture connesse al tema dei motori e della guida sicura, con un circuito, quattro piste, nonché strutture ricettive, commerciali e didattiche.
prevista la realizzazione di una struttura specializzata rivolta a diverse categorie di utenti, a partire da quelle più sensibili al problema della sicurezza stradale (es. autisti di professione, neopatentati e forze dell'ordine), che permetterà di mettere in atto le più moderne tecniche di insegnamento nella gestione delle situazioni critiche e nell'utilizzo corretto dei sistemi elettronici delle autovetture.
Saltuariamente sarà previsto l'utilizzo del complesso per lo svolgimento di gare sportive e manifestazioni legate al tema dei motori o della sicurezza stradale.
Il circuito esterno non prevede la possibilità di accesso per il pubblico, anche se l'area paddock, le piazze ed eventualmente l'area pista stessa potranno funzionare come grande spazio espositivo, di aggregazione culturale, sociale e didattica in funzione di specifiche ed eccezionali manifestazioni organizzate appositamente.
 
Il circuito anello di base ha una larghezza costante di 12 m. che aumenta fino a 15 m. nel rettilineo dei box, la sua lunghezza è di circa 1,6 Km.
All'interno di tale anello si sviluppano le 4 piste di test per guida sicura: ogni pista prova ha caratteristiche tali da ricreare, in totale sicurezza ed a velocità modeste, le situazioni altrimenti critiche riscontrabili in guida su strada.
 
A fianco del Circuito, sul lato Nord del lotto, si sono progettate le opere edili che svolgeranno sia funzioni di supporto alle piste che di ricezione turistica ed espositiva, oltre a comprendere alcune attività complementari a quest'ultime.
 
La parte di attività dedicata al servizio delle piste è tutta collocata nella zona Nord-Ovest dell'area, a seguire, verso Est, si sviluppa la parte turistica e ricettiva.
 
Il progetto avrà un impatto rilevante sulla trasformazione del paesaggio, poiché a fronte di una situazione attuale di degrado dovuto alla coltivazione della cava e di un territorio che presenta aspetti agricoli tradizionali, propone interventi di riqualificazione urbana e contemporaneamente di forestazione di aree incolte con specie vegetali scelte tra le piante tipiche dei boschi autoctoni, cercando contestualmente di rafforzare e riqualificare i corridoi ecologici.
Anche l'area edificata è improntata alla riqualificazione delle aree verdi, con il lago e il parco prospiciente l'albergo e le quattro piazze verdi.

identificazione area   PDF 87KB

Delibera di approvazione
C.C. n° 34 del 26.05.2008

  PDF 2.034

Relazione illustrativa e previsione di spesa

  PDF 296KB

Norme Urbanistiche ed Edilizie

  PDF 4.256KB

Strumento Urbanistico
Vigente - Stralcio

  PDF 1.080KB

Inquadramento Urbanistico

  PDF 2.721KB

Relazione di controdeduzioni alle osservazioni

  PDF 559KB
Schema di Convenzione
  PDF 1.136KB
Foto aerea dell'area
  PDF 61.643KB
Quadro di riferimento programmatico e ambientale
  PDF 22.528KB
Relazione geologica e analisi geotecnica del terreno
  PDF 7.172KB

Valutazione previsionale di impatto acustico

  PDF 10.409KB
Relazione tecnica del progetto del verde
  PDF 654KB
Estratto Catastale ed Elenco proprietà
  PDF 6.535KB
Stato di Fatto planimetrico e altimetrico
  PDF 5.358KB
Planimetria generale e profili di progetto
  PDF 3.374KB
Stralci attuativi e dotazioni urbanistiche
  PDF 2.049KB
Tipologie edilizie Stralcio 1
  PDF 2.850KB
Tipologie edilizie Stralcio 2
  PDF 2.197KB
Schemi degli impianti e pubblica illuminazione
 
 
 
Vai all'inizio di questo documento Per inviare messaggi o chiedere informazioni  


 

 
   home | prg | prg storico | peep | pip | piani particolareggiati | piani di recupero | laboratorio della città | centro storico
cartografia | toponomastica | relazioni con le università | segreteria | novità | amministrazione trasparente | mailing list
sistema informativo territoriale | pratiche edilizie | delibere | Monet | cerca