Comune di Modena
Servizio Pianificazione Urbanistica   Piano Edilizia Economica Popolare
 



logo Piano Edilizia Economica Popolare


IL PEEP (Piano per l'Edilizia Economica Popolare) COMUNALE

Il piano P.E.E.P. approvato nel 1993 è stato per buona parte attuato.
A tutto il 1999 sono state avviate alla realizzazione circa 1.700 abitazioni delle 2.859 previste ed oltre 500 di quelli ad essi associati in quanto quota ad intervento privato, per un totale di 2.100 appartamenti.
L'attuazione della nuova Variante al Piano delle zone da destinare all'edilizia economica popolare avverrà con l'applicazione dello stesso metodo utilizzato fino ad ora, che consiste nella suddivisione della quota ad intervento pubblico pari al 70% del numero delle abitazioni totali previste nel comparto, lasciando il 30% all'intervento privato.
Nonostante la immissione sul mercato nel periodo 1994-96 di un notevole quantitativo di nuove abitazioni, sia in zone P.E.E.P. che di iniziativa privata, la richiesta per questo tipo di edilizia è rimasta molto sostenuta. Il mercato immobiliare ha mantenuto una dinamica ed una domanda sufficientemente alta, anche se assolutamente non paragonabile a quella dei decenni trascorsi. Inoltre a sostegno di questa tendenza si può analizzare come la dinamica dei prezzi non si è adeguata, finora, alla offerta che si è ripresentata sul mercato dopo oltre un triennio di pressoché assoluta assenza di disponibilità per nuova edilizia residenziale.
Le modalità di attuazione del P.E.E.P. hanno inoltre strettamente correlato la presenza sul mercato di edilizia residenziale privata alla attuazione di quella pubblica, molto legata alla disponibilità di finanziamenti pubblici e quindi mai perfettamente sincrona con le reali esigenze del mercato.
Il tenore della offerta di edilizia residenziale va quindi sicuramente aumentato, coerentemente con le attese evoluzioni della struttura della popolazione modenese e dell'aggiornamento della stima del fabbisogno per il prossimo quinquennio di attuazione del Piano.
Con questa variante al Piano P.E.E.P. si propongono i necessari adeguamenti ed i nuovi dimensionamenti della qualità e della quantità dell'offerta di edilizia residenziale.

 


 

Variante - Il nuovo dimensionamento

 

Criteri di progettazione

  • Criteri di scelta degli incrementi e delle nuove zone

  • Aree a Servizi di Quartiere

  • Sistemazione ed uso del verde

  • Elenco di specie arboree

 

Norme di Attuazione di carattere generale

  • Art. 1 - Campo di applicazione ed oggetto delle presenti Norme

  • Art. 2 - Elementi costitutivi della Variante al Piano delle zone
               da destinare all'edilizia economica popolare

  • Art. 3 - Funzioni degli elaborati costitutivi della Variante

  • Art. 4 - Modalità di progettazione dei comparti di zona

  • Art. 5 - Indicatori ambientali

  • Art. 6 - Rapporto con la disciplina di Piano regolatore

 

Normativa delle zone ed elenco delle proprietà comprese nel Piano

 

Localizzazione delle aree P.E.E.P.

 

Elenco delle delibere dei Piani attuativi delle zone soggette a P.E.E.P.

 
 
 
Vai all'inizio di questo documento Per inviare messaggi o chiedere informazioni


 

 
   home | prg | prg storico | peep | pip | piani particolareggiati | piani di recupero | laboratorio della città | centro storico
cartografia | toponomastica | relazioni con le università | segreteria | novità | amministrazione trasparente | mailing list
sistema informativo territoriale | pratiche edilizie | delibere | Monet | cerca